DIGITAL MARKETING – PILLOLE DI SEO E ADS

Che cos’è il nudging? Guida al marketing gentile

Come funziona la “spinta gentile” che convince più del marketing aggressivo

Si chiama nudging la “spinta gentile” teorizzata dalle scienze comportamentali per sollecitare un’azione desiderata. La stessa teoria è alla base del marketing gentile che influenza decisioni e comportamenti attraverso piccoli rinforzi positivi. Ecco come funziona e come applicarla nel digitale.

Che cos'è la teoria del nudge?

La teoria del nudge è stata proposta da Richard Thaler e Cass Sustein per spiegare come i “pungoli” (nudge) esterni possono orientare le persone verso determinati comportamenti. Non si tratta di imposizioni o divieti, ma di spinte gentili che suggeriscono le scelte migliori e influenzano la mente umana. Una strategia che risulta applicabile in diversi ambiti, dall’economia al neuromarketing.

Come funziona il nudge marketing?

Il nudge marketing parte dall’assunto più volte dimostrato che gli esseri umani prendono decisioni sulla base di emozioni, istinti e pregiudizi cognitivi. Le scelte che facciamo sono frutto di questi aspetti più che di analisi puramente razionali. Citando Zig Zaglar “People buy for emotional reasons”. A partire da questo presupposto, il neuromarketing si propone di condizionare la mente umana attraverso precise suggestioni. Il nudging è una delle sue derivazioni e antepone alle strategie del marketing aggressivo condizionamenti più sottili. Stimoli positivi che innescano le azioni desiderate senza messaggi invadenti o categorici. Un esempio di nudging nel marketing è il posizionamento dei prodotti nei supermercati per rendere più facile l’acquisto di quelli desiderati. Oppure incentivare la donazione degli organi rendendola un’opzione immediatamente attivabile al rinnovo della carta d’identità anziché attraverso una lunga burocrazia. Tra le principali strategie di nudge marketing troviamo:

La faciltà di acquisto

Rendere comoda e naturale la scelta e l’operazione

La pressione sociale

Sottolineare l’importanza di un comportamento per la comunità

L'opzione default

Stabilire come opzione preimpostata quella desiderata

Il framing sui benefici

Concentrare il messaggio sul vantaggio immediato escludendo tutte le complicazioni

Perché si chiama marketing gentile?

Il marketing gentile, che comprende le strategie di nudge marketing, si pone come alternativa al marketing aggressivo nello stimolare azioni precise. Le strategie più aggressive, fondate sulla l’invadenza e l’immediatezza dei messaggi o sulla durezza del linguaggio possono suscitare irritazione e resistenza nei consumatori. Al contrario, il marketing gentile deve il suo nome agli incentivi discreti e positivi che propone all’utente. Rientrano nel marketing gentile:

Come fare nudging nel marketing digitale

Il nudging si applica sempre più spesso anche al marketing digitale, in cui il rapporto con gli utenti si fa sempre più diretto ed emozionale. Esempi di nudge marketing efficaci sono:

Perché il nudge marketing funziona?

Le strategie di marketing gentile sono efficaci per tre semplici motivi:

Nel mercato attuale i consumatori sono ormai saturi di messaggi commerciali e stanchi delle tecniche più aggressive del marketing tradizionale. La via “gentile” è un metodo intelligente per continuare a vendere e a promuovere i brand instaurando un rapporto più paritario e costruttivo.

Ti piacerebbe lavorare con noi per promuovere il tuo business?